Seguici su:

Decongestionanti nasali per naso chiuso: sono davvero la salvezza?

Decongestionanti nasali per naso chiuso: sono davvero la salvezza?

Nel mercato dei farmaci è possibile reperire prodotti chiamati decongestionanti nasali che, spruzzati all’interno del naso, agiscono generando una vasocostrizione e, riducendo tutte le strutture del naso, migliorano in maniera incredibile la respirazione per 6/8 ore.

Vediamo però qual è il processo alla base che porta ad avvertire questo tipo di problema al naso.

All’interno del naso, oltre al setto nasale, cioè la cartilagine che vediamo in mezzo alle narici, sono presenti delle strutture che si chiamano turbinati nasali. Per vari motivi, questi iniziano lentamente a gonfiarsi ed occupano spazio nella stretta cavità nasale, causando un progressivo aumento delle difficoltà respiratorie. Terapie mediche come spray al cortisone o similari, per quanto migliorino lo stato infiammatorio e quindi riducano la dimensione dei turbinati e di tutte le strutture del naso, non possono essere utilizzati per tempi eccessivi e quindi non risolvono il problema.

Allo stesso tempo bisogna considerare che, se i decongestionanti nasali vengono utilizzati per periodi prolungati diventano tossici e si incombe nell’effetto opposto, ovvero l’ingrossamento delle mucose nel momento in cui l’effetto vasocostrittore svanisce. Il continuo utilizzo di questi farmaci porta poi ad una dipendenza anche psicologica.

Quando utilizzare i decongestionanti nasali?


Nonostante quello che avete appena letto non bisogna demonizzare i decongestionanti nasali.

Io stesso talvolta faccio uso di questi farmaci, li prescrivo ai pazienti che presentano una importante sinusite in fase acuta ed è necessaria una vasocostrizione massima.

È chiaro che questi farmaci tendono a fare effetto per un tempo sempre più limitato. Un esempio? Un mio paziente utilizzava due flaconcini di spray al giorno, spruzzandolo ogni 10 minuti, senza tuttavia risolvere il problema, ma posticipando un’evidente problematica chirurgica.


In presenza di disturbi respiratori, il mio consiglio è di non fare affidamento solo ed esclusivamente a farmaci decongestionanti poiché così facendo si va soltanto a tamponare la problematica, aggiungendo ulteriori danni al vostro naso, senza mai superarla del tutto.

Desideri maggiori informazioni o vuoi prenotare una visita? Compila il Form Contatti e invia la tua richiesta. Sarai ricontattato nel minor tempo possibile.

Fabio Filiaci
Articolo pubblicato da:
Fabio Filiaci
Laureato nel 2003 in Medicina e Chirurgia presso La Sapienza Università di Roma, si è in seguito specializzato in Chirurgia Maxillo-Facciale con una tesi sulle malformazioni maxillo-facciali e i disturbi respiratori del sonno.
Prenota subito una visita online

Prenotare un appuntamento con il Dott. Fabio Filiaci, in maniera semplice e veloce.