Seguici su:

COVID-19 e sonno: come il virus ha incrementato i disturbi del sonno

Blog 16 Feb 2021 Fabio Filiaci
COVID-19 e sonno: come il virus ha incrementato i disturbi del sonno

Lo dicono le ricerche e lo confermano gli studi: nel periodo tra marzo e maggio scorso, più della metà dei soggetti analizzati lamentava una scarsa qualità del sonno di notte e una continua stanchezza fisica e sonnolenza diurne. Questa non è altro che la dimostrazione di come ci sia un legame fondato tra Covid e disturbi del sonno.

Andiamo a capire se il problema è persistente e che ruolo gioca effettivamente il Covid-19.

Covid e sonno: sintomi di una quarantena che ha rivoluzionato gli stili di vita 

Che ci sia una correlazione tra il coronavirus e una continua sonnolenza e spossatezza, ormai è un dato di fatto. Ma perché accade? In che modo Covid e sonno sono correlati?

  • Prima motivazione

La prima spiegazione che ci si è dati, trova la sua giustificazione nella quarantena. Bene o male, tutti ci siamo ritrovati a stravolgere completamente le nostre vite, adattandoci ad uno stile di vita del tutto diverso da quello a cui siamo stati sempre abituati.

Tutti i nostri ritmi sono stati modificati e intaccati e, tra tutti, ovviamente anche quelli del sonno.

Sicuramente qualche volta ti sarà capitato di addormentarti più tardi la sera, di svegliarti più volte durante la notte, di fare gli incubi, o di dormire di giorno perché colpiti da una continua stanchezza fisica e sonnolenza. Tutto questo è la palese dimostrazione di come il nuovo stile di vita, imposto dalla quarantena, a cui ci si è dovuti adattare, abbia influito anche sui ritmi del sonno.

Se già in precedenza soffrivi di disturbi del sonno, ecco quali potrebbero essere le altre cause: “Disturbi del sonno: tipologie e possibili rimedi”.

  • Seconda motivazione 

In realtà si tratta di un vero e proprio rapporto bidirezionale fatto da una concatenazione di cause con consequenziali effetti. Infatti, per quel che concerne la seconda motivazione, dietro la continua stanchezza fisica e la sonnolenza, e quindi ai disturbi del sonno e al non dormire bene di notte, ci sarebbero anche altre motivazioni che, però, colpiscono maggiormente la sfera cognitiva. 

Elevati livelli di stress, ansia e depressione sono tutte figlie di un peggioramento del benessere mentale e della qualità della vita dovuti proprio all’improvvisa convivenza forzata con un nuovo nemico virale che non può far altro che preoccupare.

E così le preoccupazioni diventano pensieri, e i pensieri diventano ansie: ansie che se non tenute a bada rischiano di sfociare nella depressione. Ecco spiegato il circolo vizioso.

Covid e disturbi del sonno: è tutta una correlazione di cause

Ritornando al discorso del circolo vizioso, abbiamo visto come il rapporto tra Covid e disturbi del sonno abbia rotto, se non completamente, almeno in buona parte, i nostri ritmi di vita. Addirittura, tra le ulteriori cause dei disturbi del sonno, si può parlare di correlazione tra sonno e alimentazione.

In un articolo affrontato precedentemente, infatti, abbiamo analizzato proprio il rapporto tra disturbi del sonno e alimentazione, cercando di capire in che modo l’una influenzi l’altra.

Leggi anche: “Disturbi del sonno e alimentazione: qual è la correlazione?

La conclusione è che favorire un sonno irregolare, a lungo andare, comporta numerose implicazioni a livello metabolico, e non solo:

  • Aumento di peso;
  • Nascita di una forma pre-diabetica 
  • Insorgenza dell’insulino resistenza;
  • Abbassamento delle difese immunitarie.

Ebbene sì, a quanto pare questa “insonnia pandemica” giocherebbe un ruolo più che fondamentalmente da più punti di vista. Oltre che colpire la sfera dell’alimentazione, tra le cause dei disturbi del sonno rientrerebbe anche la compromissione del sistema immunitario la quale si manifesterebbe con una riduzione delle difese.

A quanto pare quelle dei disturbi del sonno sono cause numerose che non possono essere lasciate al caso. Se anche tu soffri da tempo di ritmi del sonno disturbati e sei spesso soggetto a una continua stanchezza fisica e sonnolenza anche diurna, rivolgiti ad un Chirurgo Maxillo – facciale come Fabio Filiaci, specialista proprio dei disturbi del sonno.

 PRENOTA IL TUO APPUNTAMENTO compilando il form contatti e invia la tua richiesta. Ti ricontatteremo il prima possibile.

Fabio Filiaci
Articolo pubblicato da:
Fabio Filiaci
Laureato nel 2003 in Medicina e Chirurgia presso La Sapienza Università di Roma, si è in seguito specializzato in Chirurgia Maxillo-Facciale con una tesi sulle malformazioni maxillo-facciali e i disturbi respiratori del sonno.
Prenota subito una visita online

Prenotare un appuntamento con il Dott. Fabio Filiaci, in maniera semplice e veloce.