Seguici su:

Assicurazioni sanitarie: due fattori importanti da tenere in considerazione

News 21 Ott 2020 Fabio Filiaci
Assicurazioni sanitarie: due fattori importanti da tenere in considerazione

Quello delle assicurazioni sanitarie è un tema che, a primo impatto, si colloca al di fuori delle competenze di un medico, eppure è bene essere informati sull’argomento. Quotidianamente, il medico, si trova ad avere a che fare con le assicurazioni sanitarie ed a volte, ci si rende conto che i pazienti le stipulano senza avere una idea ben chiara di ciò che vanno a pagare e, a volte, vengono mal consigliati dai rispettivi assicuratori.

Eccovi due nozioni fondamentali da conoscere prima di decidere di stipulare un’assicurazione sanitaria:

1. Pagare poco è possibile?

È intuitivo che se si paga troppo poco ci sarà un problema! Alcune assicurazioni consigliano la stipula polizze con all’interno alcuni premi ridotti, il cui costo varia dai 600 ai 1000 euro l’anno. Il punto da attenzionare è che spesso si fa riferimento solo ai “Grandi interventi” come trapianto di un organo o l’amputazione degli arti, patologia oncologica grave ecc. per cui sarebbe vivamente consigliato di affidarsi ad un ospedale piuttosto che ad una clinica privata. Parliamo di interventi molto importanti e rari che, nella maggioranza dei casi, non vengono eseguiti “utilizzando l’assicurazione” e, per questo motivo, il paziente si trova a spendere soldi inutilmente.

2. Conviene includere la franchigia nell’assicurazione?

È possibile stipulare due tipi di assicurazione: con o senza franchigia.

Cos’è la franchigia? La franchigia è una percentuale di danno che resta a carico dell’assicurato. Per semplificare: se una persona deve sottoporsi ad un intervento chirurgico da 10.000€ e l’assicurato ha in contratto la franchigia del 20%, l’assicurazione coprirà l’80% del costo dell’intervento – 8.000€ – e gli altri 2.000€ saranno a carico dell’assicurato. La soluzione può sembrare poco conveniente ma in realtà lo è decisamente. Quando stipulate una polizza con franchigia, il vostro premio assicurativo annuo (quanto versate all’assicurazione) sarà più basso rispetto ad un’assicurazione senza franchigia e, con il passare degli anni, andrete ad ammortizzare i costi, risparmiando su quelli dell’assicurazione.

In sintesi vi consiglio di:

  • Controllare bene le clausole assicurative non fidandovi di chi ve le propone
  • Se avete intenzione di avere un’assicurazione sanitaria per diversi anni, scegliete una polizza che preveda una franchigia.
Fabio Filiaci
Articolo pubblicato da:
Fabio Filiaci
Laureato nel 2003 in Medicina e Chirurgia presso La Sapienza Università di Roma, si è in seguito specializzato in Chirurgia Maxillo-Facciale con una tesi sulle malformazioni maxillo-facciali e i disturbi respiratori del sonno.
Prenota subito una visita online

Prenotare un appuntamento con il Dott. Fabio Filiaci, in maniera semplice e veloce.